Pensiero computazionale e cittadinanza digitale

Progetto: SAPORE DIGITALE

Il progetto SAPORE DIGITALE, che interagisce pienamente con le priorità del Piano di Miglioramento volte ad analizzare le cause dell’insuccesso formativo, prevede interventi su allievi in situazione di disagio cognitivo o socio-culturale (DSA, BES stranieri)e si pone come obiettivo il miglioramento degli esiti degli scrutini finali degli alunni del biennio attraverso un approccio didattico innovativo, centrato su metodi fortemente laboratoriali e atti a promuovere e potenziare l’acquisizione di competenze di base e trasversali, grazie all’ausilio delle tecnologie digitali.
La diversificata tipologia dei laboratori attivati (due moduli di matematica, un modulo di scienze, un modulo di italiano), in orari extra-scolastici, riflette i bisogni degli utenti ed è finalizzata a creare un clima di serena collaborazione ed operatività che faccia sentire ciascuno protagonista della propria crescita al fine di aumentare l’inclusione, la motivazione e lo sviluppo. Il docente/formatore diventa “facilitatore”, supporto ad un apprendimento autonomo, alla costruzione attiva della conoscenza da parte degli allievi.
L’allievo viene posto al centro dell’azione didattica e, pertanto, le metodologie d’insegnamento dovranno prevedere strumenti, tecniche e strategie focalizzate su di esso e dovranno rendersi innovative e creative, flessibili e ricche, in modo da contenere le proposte più adeguate per ciascuno, affinché ognuno possa seguire le vie più agibili verso il proprio apprendimento e successo formativo.
L’obiettivo è coinvolgere gli studenti e studentesse in attività pratiche che promuovono lo sviluppo del pensiero computazionale e delle competenze di cittadinanza digitale, attraverso l’utilizzo consapevole del web e delle sue potenzialità. Inoltre, l’impiego dell’elettronica e robotica educativa, di software didattici interattivi come Studio.code.org e Scratch, di tecnologie digitali quali digital storytelling e videomaking diviene fondamentale per rafforzare le abilità di logica e programmazione e per lo sviluppo del processo di inclusione e di motivazione, in quanto favorisce la realizzazione di ambienti di apprendimento in grado di coniugare scienza e tecnologia, teoria e laboratorio, studio individuale e studio cooperativo.
L’innovazione del progetto si baserà su percorsi di apprendimento non tradizionali ma dal carattere fortemente laboratoriale e operativo, sull’uso di metodologie didattiche alternative, innovative e collaborative, su contenuti interdisciplinari e su tecnologie sperimentate in chiave creativa. L’uso di una didattica laboratoriale attiva ed innovativa, infatti, favorirà l’acquisizione delle competenze prefissate attraverso attività ludiche, fortemente motivazionali, e l’uso consapevole di strumenti digitali per stimolare, in ambienti informali e non formali, abilità trasversali, come la capacità critica, analitica, di sintesi, nonché il saper lavorare in gruppo, al fine di favorire il dialogo, la condivisione e il rispetto delle opinioni altrui. Le attività rientrano in un percorso verticale in quanto gli stessi concetti sono ripresi, approfonditi e applicati in contesti diversi al fine di realizzare strumenti tecnologici creativi e consolidare obiettivi specifici disciplinari e interdisciplinari.
A conclusione di ogni modulo, alla presenza delle famiglie, della comunità scolastica e degli stakeholder saranno mostrati i prodotti finali e consegnati gli attestati di partecipazione a tutti i destinatari e i riconoscimenti speciali per chi si sarà distinto.